L’importanza dell’analisi tecnica nelle piattaforme di trading online

trading online

Molti pensano che per realizzare dei profitti con le piattaforme di trading online sia necessaria solo una buona dose di fortuna, accompagnata da capacità di gestione del rischio, sangue freddo e coraggio negli ordini più azzardati. Se questi fattori possono svolgere un ruolo nell’attività con le piattaforme, l’elemento determinante per aggiudicarsi dei guadagni consistenti e regolari nel lungo termine consiste tuttavia nell’abilità da parte del trader di interpretare gli scenari economici per elaborare delle strategie di azione. Risulta infatti essenziale individuare il momento potenzialmente più proficuo durante il quale intervenire nei mercati aprendo una posizione lunga o corta seconda del contesto finanziario, per poi chiuderla assicurandosi un buon profitto senza incorrere in passivi.

Tutto ciò richiede uno studio delle variabili che influenzano i mercati e le quotazioni degli asset, una lettura corretta degli strumenti di visualizzazione grafica e la capacità di capire in anticipo eventi come l’inversione di tendenza di una direzione dei prezzi o il punto di rottura di una quotazione. È bene sapere che esistono degli strumenti specifici creati per facilitare l’identificazione di questi elementi, il cui calcolo in maniera autonoma potrebbe comportare ore di studio e di analisi. Applicando delle formule e delle funzioni automatiche come le Bande di Bollinger o i Fibonacci Retreacement si potranno reperire in pochi secondi dei dati circa la volatilità delle quotazioni di un asset o la probabilità che un trend rialzista, ad esempio, muti direzione dopo aver raggiunto un picco massimo. Per il trader, riuscire ad anticipare anche di pochi secondi questi eventi rappresenta l’opportunità di ottenere dei profitti interessanti, sia che ci si cimenti con i CFD che ci si dedichi al trading con le opzioni binarie.

L’analisi tecnica potrà inoltre essere integrata con gli strumenti di analisi fondamentale, che si basa sulle informazioni di natura macro-economica provenienti da enti governativi, agenzie statistiche e istituzioni ufficiali: un annuncio di una Banca Centrale sulla variazione del tasso d’interesse di una valuta avrà sicuramente un forte impatto sui mercati, per cui risulta essenziale rimanere costantemente aggiornati sugli accadimenti di economia politica internazionale. Combinando i dati tecnici e quelli fondamentali si potrà disegnare un quadro completo sugli scenari finanziari, in modo tale da intervenire tempestivamente sui mercati e trarre dei profitti consistenti grazie agli ordini effettuati con le piattaforme di trading.

Proprio per questo motivo il consiglio che possiamo dare è quello di offrire il massimo impegno nella fase di scelta delle piattaforme di trading (se non sai da dove cominciare ti consiglio di partire da questa guida: www.24economia.com/piattaforme-trading/) così da avvelerti del supporto di professionisti del settore.

Come fare trading online in maniera professionale

Quando si parla di trading la prima cosa che facciamo è quella di fare una distinzione tra un approccio professionale e uno amatoriale. Fare questa differenzazione è fondamentale perchè in base a questo si andranno a delineare gli obiettivi che, realmente, si possono raggiungere senza comportare problemi di alcun tipo.

Il trading online, infatti, non è un gioco ma, al contrario, è un mondo molto complesso dove, per forza di cose, si deve cercare di ottenere il massimo del profitto. Questo cambia a seconda del modo in cui si fanno questi investimenti. E’ ovvio che un approccio professionale al trading richieda degli obiettivi più ambiziosi, mentre un approccio più amatoriale richiederà un impegno di tempo meno importante e, di conseguenza, degli obiettivi meno alti in termini di guadagno.

Detto questo cerchiamo di capire come fare trading online in maniera professionale e sfruttare al massimo questa tipologia di investimento. Per prima cosa un approccio professionale richiede uno studio della materia molto approfondito per capire e fare propri argomenti del tipo come ottimizzare le strategie per il trading online o quali sono i migliori broker del settore.

E proprio il broker lo consideriamo un aspetto chiave nella riuscita dei propri investimenti online. Un altro fattore importante è la tipologia di strumento da utilizzare: meglio fare trading binario o trading sul forex? E perchè non usare tutti e 2 gli strumenti e differenziare? Ovviamente queste vogliono essere solo alcune indicazioni di massima, alcuni esempi che ci mostrino quanto sia difficile prendere la strada giusta e fare investimenti online in maniera davvero professionale.

Un altro esempio dedicato a tutti quelli che vogliono approcciarsi al mondo del trading online è quello legato all’aspetto psicologico. Sei pronto a gestire il tuo capitale in maniera ottimale? E, soprattutto, sei pronto a gestire al meglio lo stress a cui verrai sottoposto quando ti troverai a gestire situazioni complesse sui mercati finanziari? Dare una risposta a queste domande prima di cominciare ad investire è fondamentale per evitare di farsi trovare impreparati.

La maggior parte dei nuovi trader che comincia a investire nel trading online finisce con l’abbandonare dopo un solo anno di attività. Il motivo sta proprio nell’approccio non programmatico a questo mondo che comporta tutta una serie di investimenti sbagliati che non portano da nessuna parte. In questo modo, invece, potrai gestire al meglio le tue sessioni di trading e otterrai risultati differenti senza alcuna ombra di dubbio!

Londra offerte lavoro: dove cercarle?

Lavoro all'estero per donne

Londra pullula di offerte di lavoro. E siamo certi che anche voi riuscirete a trovare in tempi congrui un’opportunità in grado di soddisfare le vostre mire di carriera. Ma in che modo cercare il Lavoro all’estero per donne? Come non commettere errori nell’individuazione di un posto di lavoro che faccia “al caso nostro”?

In primo luogo, l’ideale sarebbe cercare lavoro a Londra una volta già arrivati nella capitale. In molti luoghi di lavoro è infatti abitudine accorciare i tempi che intercorrono tra la ricezione del curriculum vitae e l’interview, il primo colloquio vero e proprio. Dunque, sebbene sia possibile inviare online con identica soddisfazione il proprio cv sia dall’Italia che dall’Inghilterra, attenzione alla gestione dei tempi: è possibile che non tutte le aziende gradiscano i colloqui di lavoro via Skype, e che pertanto vi richiedano una visita in azienda.

In secondo luogo, per i lavori che possono essere definiti “ad alta qualificazione” è sicuramente meglio evitare il c.d. “porta a porta“. Meglio invece rivolgersi a qualche agenzia che è specializzata nel recuirtment del settore che vi interessa, e inviare attraverso essa il proprio  curriculum vitae.

Inoltre, ricordatevi che sia che si tratti di contattare delle agenzie di recruitment, sia che si tratti di rivolgersi direttamente alle aziende presso le quali aspirate di poter ottenere un posto di lavoro, Internet vi sarà certamente di grandissimo aiuto ma non dovrete mai sottovalutare l’importanza dei quotidiani locali, o delle riviste specializzate (che a Londra possono essere trovate con discreta facilità, e che propongono vaste aree con le offerte di lavoro).

Se invece siete interessati a trovare lavoro in una specifica azienda, consultate attentamente e a fondo tutto il materiale informativo online, e vedete se vi sono posizioni aperte di specifico riferimento: si tratta certamente del primo e più valido punto di partenza per poter disporre di interessanti occasioni d’affari!

Il monitor 4K più economico del mercato

P2815Q Monitor

Avete intenzione di dare una rinfrescata alla vostra scrivania ma non sapete quali scelte siano le migliori per il vostro computer fisso? Intanto decidete quali siano il budget e le esigenze, se avete un buon budget e cercate un compromesso ottimo per la produttività e non solo allora un monitor 4K (detti anche monitor Ultra HD) potrebbe essere una buona soluzione, schermi grandi, luminosi, esteticamente accattivanti e quanto di più recente la tecnologia visiva vi offra oggi a disposizione. Se andate però a cercare i migliori monitor 4K ad oggi in commercio noterete che alcuni di questi hanno prezzi davvero esagerati per chi non necessità di un prodotto professionale o esagerato per le proprie richieste. E allora su cosa virare?


Una buona soluzione potrebbe essere quella che è rappresentata dal
Dell P2815Q, questo monitor dalle discrete prestazioni vi offrirà la tecnologia 4K ad un prezzo davvero basso, ovviamente rispetto i concorrenti della stessa categoria. Infatti per meno di 300€ potrete portarvi a casa un prodotto da 28 pollici di diagonale con tecnologia Ultra HD, in particolare qui la risoluzione massima a disposizione è la 3840 x 2160, nella realtà non la pienissima 4K Ultra HD (che sarebbe 4096 x 2160), ma una risoluzione leggermente minore. Il prezzo però è da battaglia rispetto gli avversari, ma ad un prezzo minore corrispondono anche caratteristiche inferiori.

Abbiamo già detto che il prodotto in quesitone ha una risoluzione leggermente inferiore a quella massima dello standard 4K Ultra HD, seppur svariate volte maggiore di quella Full HD, ma il vero limite che incontrerete su questo schermo è il refresh rate fermo a 30 Hz in risoluzione massima, quindi una risoluzione davvero insufficiente se siete amanti dei film d’azione con scene veloci e rapide e se cercate un prodotto adatto anche a quei giochi moderni che in 4K vi sparano sequenze che neanche Tarantino in Kill Bill. In questi casi però basta premere un tasto per abbassare la risoluzione alla classica Full HD per avere un refresh rate normale di 60 Hz.

Un compromesso non da poco, ma che potrebbe non scontentare chi cerca un prodotto utile negli uffici o per situazioni “statiche”, come la fotografia digitale, il web design e non solo. Perché se è vero che le prestazioni sono sempre importanti, se il prezzo scende sensibilmente allora anche qualche sacrificio in onore del risparmio dovrebbe venire accettato più semplicemente.

 

Micaela Quintavalle e il “suo movimento” di autoferrotranvieri. 

sciopero-bus-640x320

Cambiamenti M-410 è un movimento di autoferrotranvieri nato da un gruppo di “attivisti” che credono fermamente nel loro lavoro, credono fermamente nel servizio che svolgono, si, perchè il servizio di trasporti è un diritto per ogni cittadino ma, purtroppo, i diritti per chi lavora in quest’ambito stanno diventando sempre meno.

Tanti e troppi i problemi interni dell’ Ataf, lavoratori non tutelati e allo stremo delle loro possibilità lavorative, turni insostenibili e sindacati inesistenti. Ricordiamo che i sindacati dovrebbero tutelare i “propri lavoratori”.

Da questi problemi, Micaela Quintavalla e alcuni membri del movimento, hanno “fondato” questo “movimento”che tra un pò diventerà un sindacato a tutti gli effetti. Attualmente sono circa 1000 i tesserati ma presto il numero diventerà sempre maggiore, fin quando questo “movimento” sarà effettivamente riconosciuto e quindi sicuramente considerato. Perchè? Perchè a guidare tale “movimento” c’è una donna che in primis fa’ proprio questo lavoro, l’ autoferrotranviere, una matricola dell’ Ataf di Roma e non un “Politico” con degli interessi.

Cambiamenti M-410 è nato in Capitale, a Roma, ma si sta estendendo gradualmente ovunque, diversi i “colleghi” che credono nei valori di  Micaela. Un’ esempio? Torino e Bari sono due città che stanno iniziando a stringere fortemente i legami con questo movimento. Si, perchè i problemi non ci sono solo sull’ Ataf di Roma ma ci sono in quasi tutte le Province d’ Italia.

Prestiti senza busta paga: ecco cosa serve per richiederne uno

Prestiti senza busta paga

I prestiti senza busta paga sono dei particolari finanziamenti che devono essere concessi senza che il richiedente abbia l’obbligo di presentare una busta paga. Solitamente questi prodotti finanziari sono riservati a particolari categorie di persone come le casalinghe, i giovani o i disoccupati.

Purtroppo non tutte le banche offrono questi prodotti per via dell’alto rischio che questi comportano non essendo legati alla garanzia di una busta paga. Inoltre la loro erogazione è limitata solo a piccoli importi a meno di non essere in grado di offrire delle corpose garanzie accessorie.

Come funzionano i prestiti senza busta paga

I prestiti senza busta paga sono dei finanziamenti che vengono concessi sulla base di garanzie alternative a quelle del reddito. In sostanza si potrebbe richiedere un prestito sulla base della firma di un garante o dell’ipoteca su un immobile per tutelare l’istituto di credito che in caso di mancato pagamento avrà qualcosa su cui potersi rifare.

Come abbiamo già detto questi finanziamenti non vengono concessi da tutti gli istituti di credito per via dell’alto rischio che comportano. Per avere maggiori informazioni in merito ti segnaliamo questa guida ai prestiti senza busta paga: http://www.ancoradelmediterraneo.it/prestiti-senza-busta-paga-cosa-sono-e-come-funzionano-277 .

Ti basti sapere che per ottenerne uno è necessario limitare quanto più possibile la somma richiesta in prestito cercando di rimanere sotto la quota dei 5 mila euro. Questo perchè sopra questa soglia il rischio per la banca diventa eccessivo e in mancanza di un garante o di un’ipoteca immobiliare sarà davvero molto difficile riuscire ad avere il via libera.

I prestiti senza busta paga sono economici?

Purtroppo questi finanziamenti sono tutt’altro che economici perchè la banca applica un forte tasso di interesse per rientrare dell’alto rischio a cui va incontro. Questo non significa che questi prodotti siano una truffa o che sia meglio starci alla larga.

Per molte persone, infatti, i prestiti senza busta paga rappresentano l’unica speranza di poter accedere al credito e finanziarie le proprie spese a cui non si riuscirebbe a far fronte con rischi di segnalazione in crif o, peggio ancora di protesti veri e propri.

Come richiedere un prestito senza garanzie?

Per richiedere questa tipologia di finanziamenti sono necessari i normali documenti di identità e il codice fiscale. Ovviamente è fondamentale non essere segnalati come cattivi pagatori in centrale rischi altrimenti il rifiuto delle banca sarà certo al 100%. Il nostro consiglio è, dove possibile, di farsi accompagnare da un garante (un parente o un amico) che possa dare maggiore fiducia alla banca e aumentare le probabilità di avere l’approvazione del finanziamento.

Opzioni binarie, i broker con bonus massimo

segnali-opzioni-binarie

Non male ottenere un bonus con l’iscrizione ad un broker di opzioni binarie, ma ancora meglio è ottimizzare questo aspetto, operazione che ci è consentita grazie alla presenza di tantissimi siti web nel settore, la cui concorrenza ha fatto salire alle stelle il denaro gratis a seguito del primo deposito.

Le opzioni binarie sono uno strumento di trading davvero molto interessante il cui rendimento varia in funzione delle capacità del trader ma, nel complesso, è davvero molto alto. Si va da un minimo del 70 ad oltre il 90% di rendimento su ogni singola operazione.

Ovviamente si possono anche generare delle perdite ma con una buona strategia di investimento che permetta di minimizzare il rischio si possono ottenere risultati molto buoni. In questo articolo vedremo quali broker offrono un bonus al di sopra della media. Se vuoi leggere una guida base su come investire in opzioni binarie ti consigliamo questa: http://www.correttainformazione.it/economia/opzioni-binarie-investire-borsa/.

Broker opzioni binarie con bonus alto

Cominciamo ad elencarvi quei broker che arrivano ad offrire il 100% di quanto realmente versato. In altre parole, vi vedrete accreditare sull’account esattamente il doppio rispetto al vostro deposito vero e proprio: 200 euro anziché 100, 400 euro al prezzo di 200 e così via, in modo da iniziare con il piede giusto l’avventura con una modalità di investimento capace di portare grandi delizie in termini di ricavi. Parliamo di TopOption, OptionWeb e OptionTime, servizi regolamentati e convenienti.

Se invece avete un amico interessato all’investimento in opzioni binarie, l’idea di crearsi un account presso il broker e-Toro è la migliore, perché il meccanismo di bonus si basa proprio sull’iscrizione di nuovi utenti: per ogni persona presentata potrete arrivare ad incassare ben 100 dollari (in base al loro deposito iniziale) e comunicate all’amico che anche lui riceverà la stessa somma in modo gratuito.

Cosa sono le opzioni binarie

Le opzioni binarie sono uno strumento di trading che permette di  investire su un sottostante e, proprio per questo, si adattano molto bene a condizioni di mercato dominate dalla forte volatilità.

Nel complesso questo strumento di trading online ha letteralmente conquistato gli italiani che non possono fare a meno di utilizzarlo per differenziare i propri investimenti. Nel complesso possiamo dire che con le opzioni binarie è più semplice e intuitivo investire piuttosto che in altri mercati. Il vantaggio è che si sa in anticipo quanto si può perdere e quanto si può guadagnare.

In questo modo risulta essere molto semplice la gestione del rischio, un fattore che deve sempre essere alla base di qualsiasi investimento. Anche i broker sono di altissimo livello e questo aiuta sicuramente perchè avere delle piattaforme professionali è il requisito indispensabile se si vuole guadagnare con il trading in opzioni binarie.

Opzioni binarie, qualcosa da sapere prima di investire i vostri soldi

Opzioni binarie

Il mondo delle opzioni binarie ha subito un rapidissimo incremento nel corso degli ultimi anni. Le ragioni sono d’altronde ben evidenti: l’investimento nelle opzioni binarie è un’attività speculativa che consente di ottenere elevati guadagni in tempi molto contratti e, per giunta, senza avere alcuna profonda conoscenza di natura finanziaria o di sistemi di trading. Banalizzando – forse eccessivamente – l’investimento nell’opzione binaria è una scommessa: si individua un valore di riferimento, si sceglie una scadenza, e si punta sull’incremento o sul decremento del valore nel tempo desiderato.

Ebbene, prima di lanciarsi a capofitto nel settore delle opzioni binarie, è bene ricordare che a grandi guadagni equivalgono altresì rapide perdite: pertanto, attenzione a non confondere le opzioni binarie come un salvadanaio o come un gioco privo di pregiudizi. Meglio invece considerarle per quello che, fondamentalmente, sono: delle scommesse che possono provocare la perdita del “biglietto” utile per giocare, ma nel contempo strumenti che potranno garantirvi delle opportunità di rendimento molto alte.

La differenza tra la vittoria e la sconfitta è generalmente sottostante l’aspetto psicologico dell’investitore, e la conoscenza dell’asset di riferimento. Sostanzialmente, il problema deriva dal fatto che quando si fa trading con soldi veri, il comportamento dell’investitore è fortemente influenzato dalla paura di perdere, e dall’avidità di guadagnare molto di più di quanto ci si possa accontentare.

Tali sentimenti influenzano il trader medio in misura negativa. La paura di perdere dei soldi può ad esempio influenzare l’investitore impedendogli di porre in essere delle operazioni fruttuose. L’avidità di raggiungere vittorie elevate potrà invece influenzarlo spingendolo a porre in essere scommesse anche quando non dovrebbe.

Cosa fare, dunque? È certamente meglio cercare di formalizzare la propria strategia, ponendo per iscritto i vostri comportamenti: una sorta di bussola da consultare nelle notti di trading più buie…

Video chat, arriva una nuova app!

chat

Si chiama Qik e, se gli indizi e le aspettative verranno almeno parzialmente confermate, potrebbe trattarsi di un’app in grado di arricchire in modo nutrito e quanto meno significativo il già ricco mondo dei sistemi di messaggistica istantanea. Le motivazioni di tale ottimismo sono molteplici, ma l’incipit fondamentale è della firma dell’artefice: Skype, già il più noto servizio di videochiamata e chiamata VoIP, e ora in grado di allargare le maglie dei propri servizi andando ad includere il Qik.

Secondariamente, è bene ricordare che rispetto ai tantissimi servizi già disponibili sul mercato, Qik arricchisce le proprie funzionalità con quelle della video messaggistica, proponendo un flusso continuo di videochat. In altre parole, questa chat gratis presuppone il fatto che si possa condividere ogni momento della giornata con un semplice clic, mantenendo una conversazione costante con il proprio gruppo di amici.

L’app è già disponibile per sistemi operativi iOS e Android, e presto arriverà anche per Windows Phone. Tra le principali caratteristiche dell’applicazione, il fatto che i contenuti possano essere rimossi in ogni momento dall’utente, e che possano venire cancellati automaticamente dopo due settimane.

Rimane ora da capire quale possa essere il riscontro del mercato. L’impressione è che questa nuova chat sia potenzialmente in grado di attrarre un ampissimo numero di utenti. Pur infatti replicando alcune delle funzionalità già note a chi utilizza servizi simili (come l’opzione Flik, che consente di pubblicare delle brevi pillole di soli 5 secondi), Qik ha infatti la forza per spingersi molto oltre, fino a porre le basi per un servizio di conversazione continua a distanza.

Rispetto alle chat senza iscrizione e alle chat senza registrazione qui occorre procedere ad una congrua autenticazione. Siamo tuttavia certi che questo non costituirà alcun limite alle potenzialità di un prodotto davvero notevole!

Quando le mestruazioni in gravidanza sono pericolose

mestruazioni

Come quando da piccoli ci hanno rivelato che babbo natale non esiste così, spero senza farti soffrire troppo, ti voglio rivelare che le mestruazioni in gravidanza non esistono.

Le mestruazioni in gravidanza non esistono per un motivo naturale ben preciso, ossia, perché le ovaie, una volta che l’uovo risulta essere stato fecondato, smettono di produrre cellule uovo. Sono proprio le cellule uovo non fecondate che, dopo circa ventiquattro ore, si sfaldano dando vita al fastidioso ciclo mestruale.

Ma come si può affermare che le mestruazioni in gravidanza non esistono se alcune donne affermano il contrario?
Semplice, perché possono esserci perdite di sangue in gravidanza ma non sono di sicuro mestruazioni.

Le perdite ematiche che si possono verificare durante la gravidanza riguardano il primo trimestre, ma, attenzione, perché non sono da prendere alla leggera e, in alcuni casi, le perdite di sangue in gravidanza possono rappresentare un pericolo per il bambino. Vediamo quali sono i segnali da non prendere sotto gamba:

Vi sono alcuni segnali che possono anticipare un aborto, quindi, bisogna porre molta attenzione ed ascoltare il nostro corpo. I dolori nel basso addome accompagnati da perdite di sangue di colore scuro devono essere subito comunicati al ginecologo, che provvederà a fare le dovute analisi.

via: www.mestruazioni.org